piazza del sol

Madrid a Natale con i bambini

Ho sempre pensato che Madrid fosse una città molto culturale perciò non molto adatta ad un viaggio con i bambini e probabilmente non adatta neanche troppo a noi, ma appassionata di castelli come sono non potevo certo farmi mancare l’Alcazar di Segovia distante da Madrid circa 100km perciò è deciso: si parte!

L’arrivo a Madrid

Quando si arriva in aeroporto e si viaggia con i bambini, tra bagagli e le loro richieste, si è molto più distratti dalle situazioni. Il mio consiglio personale prima di tutto è guardatevi bene dai ladruncoli specialmente in metrò. Ci avevano avvertito e siamo stati molto attenti al portafoglio, macchina fotografica, documenti, ma non avrei immaginato che dal tragitto aeroporto/appartamento mi sfilassero dalla tasca della giacca il cellulare. E’ stato davvero un colpo! Oltre al fatto che ormai, come ognuno di noi, siamo talmente abituati ad averlo che senza ci sentiamo persi, e poi con il cellulare si fa tutto, si controllano le mail, i social ma soprattutto avevo tutte le foto del mio piccolo Alex, i video della prima volta che ha camminato, i nostri viaggi e i nostri selfie. Uno shock!

Arriviamo all’appartamento completamente demoralizzati, senza neanche più  la voglia che avevamo prima di partire di visitare questa città. Ma abbiamo qualcuno a cui rendere conto: il nostro Tato! Anche questo è un vantaggio di viaggiare con i bambini.  Lui come ogni viaggio è sempre super entusiasta e non possiamo certo deluderlo. Ci facciamo forza e usciamo e con il morale a terra decidiamo che non abbiamo molta voglia di stare in mezzo al caos perciò ci dirigiamo verso il Parque del Retiro.  Facciamo una bella passeggiata, la temperatura è mite e il sole va e viene. Alex non so come fa visto che ci siamo alzati prestissimo, ma continua a correre per tutto il parco e per forza con i suoi sorrisi ci costringe a pensare ad altro.

Parque de Retiro madrid

Nel parco visitiamo il Palazzo di Cristallo ispirato al Cristal Palace di Londra.

Palazzo di Cristallo

 

Continuando la nostra passeggiata troviamo un lago dove si possono trovare delle barchette a remi. Sempre proseguendo  incontriamo un parco giochi dove ci fermiamo una mezz’oretta a far giocare Alex. Il parco giochi è il giusto compromesso quando si viaggia con i bambini. La luce del giorno si sta oscurando e in lontananza vediamo accendersi le luci di Natale. Decidiamo che forse è il momento di farci contagiare un po’ da questa atmosfera e ci dirigiamo verso Plaza de Cibeles. La via è piena di luminarie, quasi quasi mi sto dimenticando della mia brutta mattinata. Nel tragitto incontriamo prima un altra piazza: Plaza de indipendencia. Nel mezzo un arco trionfale “Puerta de Alcalà “.

Puerta de Alcalà

 

Continuiamo la nostra passeggiata e finalmente arriviamo alla nostra piazza prescelta. Nel mezzo La fuente de Cibeles … maestosa!!! Nella piazza troviamo anche il Palacio de Comunicazion e all’interno un presepe, bellissimo, dal momento dell’annunciazione a quello della fuga. Ormai è ora di cena e perciò prendiamo la metrò per tornare in appartamento ma non resistiamo e usciamo a Puerta del Sol . Uno spettacolo! La piazza è completamente piena di luci e un albero maestoso è proprio davanti a noi.

Puerta del Sol

Un giretto a guardare le vetrine poi decidiamo veramente di tornare in appartamento. Stasera andremo a dormire presto, abbiamo bisogno di resettare tutto e goderci domani questa città.

Il centro città con i bambini

La mattinata inizia bene con le ciambelle prese al carrefour vicino al nostro appartamento. Finita la colazione ci dirigiamo verso Plaza Mayor e i suoi mercatini di Natale. Nel tragitto a piedi troviamo più di un parco giochi dove facciamo fare una piccola sosta ad Alex. Madrid ne è piena.

parco giochi per bambini

La piazza è molto grande ed è piena di gente già dal mattino, molti gli artisti di strada. Dopo un giro per tutte le casette del mercatino ci dirigiamo verso Il Mercado di San Miguel dove c’è ogni genere di cibo, e come resistere a qualche tapas! Dopo un ulteriore giro per le vie del centro ci fermiamo in una taverna a mangiare Il Bocadillos de calamares un panino con dentro i calamari: buonissimo! A madrid non avrete nessun problema a trovare un posto dove mangiare ci sono molti locali che offrono tapas a prezzi modici, oppure potrete fermarvi direttamente al Mercado di San Miguel ma è molto caotico ed è difficile trovare un posto a sedere perciò con i bambini può essere un po’ difficoltoso.

Mercado de San MIguel

Alex non riesce quasi neanche a mangiare perchè dice che è stanco e ha molto sonno, cerchiamo di tirarlo un po’ su con una cioccolata con i churros presa alla cioccolateria San Gines dove si dice che sia la più buona a Madrid. Ma neanche questo lo tira su. Se c’è una cosa che ho imparato in questi 5 anni di viaggi con lui che quando si viaggia con i bambini  siamo noi a dover andare incontro a loro; trascinarlo in giro in questo stato significherebbe un mare di capricci e per noi non riuscire comunque a vedere le cose che vogliamo e tutto questo sarebbe uguale a nervosissimo inutile, di conseguenza torniamo in appartamento, anche perchè alla fine il giorno prima si è fatto davvero una bella stancata visto che siamo partiti all’alba. Il tempo di spogliarlo e si addormenta secco. Poverino era davvero molto stanco. Dopo una dormita di 2 ore lo sveglio per la merenda, un sacco di coccole e si riparte! Destinazione Palazzo Reale. Non ci sono parole per descriverlo,veramente meraviglioso! I vostri bambini lo adoreranno.

Palazzo Reale

Poco più in là la cattedrale di Almudena anche questa davvero bellissima, per di più con le prime luci della sera è ancora più affascinante.

Cattedrale di Almudena

Nelle vie principali si accendono tutte le luci quindi decidiamo di tornare a Plaza Mayor per vederla illuminata… Un vero spettacolo natalizio! Camminiamo per la via fino ad arrivare a Puerta del Sol, penso di non aver mai visto tanta gente tutta insieme in vita mia. La piazza, ma anche le vie sono intasate da tanta gente che c’è. Decidiamo di tornare in appartamento per cenare e programmare la giornata di domani. Destinazione Segovia!

Segovia con i bambini

Siamo molto entusiasti di andare a visitare Segovia. Alex è affascinato dalle foto dell’acquedotto romano, e io e papà Simo non vediamo l’ora di vedere l’Alcazar. Prendiamo la metrò fino a Moncloe e da li il pullman che ci porterà a Segovia. Ce n’è uno circa ogni ora. Una volta arrivati intravediamo subito l’acquedotto, ma certo dalle foto non avevamo immaginato fosse così grande, è lungo circa 1 km. E’ bellissimo! Alex è entusiasta non lo vedevo così dalla cattedrale di Santiago, ascolta con attenzione ogni informazione che gli do.

acquedotto romano

Dopo l’acquedotto ci dirigiamo verso Plaza Mayor dove troveremo la cattedrale, anche le stradine sono molto belle con molti palazzi antichi. La cattedrale è in stile gotico. L’interno è luminoso con vetrate colorate.

 

cattedrale di Segovia

Proseguiamo il cammino verso l’ Alcazar ed eccolo finalmente davanti a noi! Se decidete di entrare, come abbiamo fatto noi, prendete anche un biglietto per la torre. Da sopra, dopo aver salito 152 scalini, la vista è molto bella. L’ingresso per i bambini è gratuito. Da sotto avrete comunque una fantastica vista sulla valle dell’Eresma.

 

castello di Segovia adatto ai bambini

vista della valle eresma

Finita la visita passeggiamo ancora un po’ tra le stradine di Segovia per poi tornare ancora una volta all’acquedotto e infine a riprendere il pullman che ci riporterà a Madrid. Prima di tornare in appartamento facciamo sosta a Plaza de Espana, che con la sua bellissima fontana non avevamo ancora visto e poi a casa. Segovia a soddisfatto a pieno le nostre aspettative, la temperatura era molto più bassa rispetto a Madrid ma è stata comunque una bellissima giornata.

Allo zoo di Madrid

Ed ecco arrivato anche l’ultimo giorno. Dopo un giretto di prima mattina per il centro a fare qualche acquisto natalizio ci dirigiamo verso lo zoo-acquario di Madrid. Se viaggiate con i bambini cercate di dedicare una giornata solo a loro ne sarete ricompensati! Questo zoo è molto bello. Ci sono molte varietà di animali di cui il panda gigante che non avevamo mai visto.

panda nello zoo per bambini di madrid

Gli animali sono tenuti davvero molto bene. quasi tutti si possono vedere da molto vicino anche i più pericolosi sono ad un palmo di mano ovviamente con tutte le misure di sicurezza. L’unica delusione è stato il gorilla, che nonostante fosse scritto anche sull’opuscolo, non c’era. Nello zoo c’è presente anche un piccolo acquario e un delfinario. Abbiamo avuto anche la fortuna di incontrare qualche piccolo scoiattolo che gironzolava libero nel parco.

orso nello zoo per bambini di madrid

Ormai anche questa giornata è finita e non possiamo fare altro che tornare, il nostro volo ci aspetta per riportarci in Italia.

Qualche consiglio

Per quanto riguarda i trasporti noi abbiamo fatto la carta turistica per la metrò valevole per 3 giorni e poi l’ultimo giorno caricata ancora di 1. Le temperature erano di circa 10 gradi, ma durante il pomeriggio, non so se è stato un caso, ma si alzava sempre il vento.

Ci sono davvero ancora molte cose da vedere a Madrid. Molti musei tra cui il più famoso ” il Prado ” con la più grande raccolta di opere spagnole. Ma tantissimi altri di ogni genere come il museo di cera molto adatto ai bambini, il museo archeologico, quello della storia di Madrid o di antropologia. Insomma un museo per ogni gusto. Un altro posto dove potrete andare con i vostri bambini è “ il Parque de Atracciones “ un parco dei divertimenti ma in inverno è aperto solo sabato e domenica; oppure potrete prendere il Teleferico e vedere Madrid dall’alto.

Se cercate un posto per lasciare i bagagli l’ultimo giorno alla stazione di Athocha Renfe troverete un deposito bagagli che per pochi euro potrete lasciarli tutto il giorno.

bambini che giocano a scacchi
alex gioca a scacchi

 

61 Condivisioni

2 pensieri riguardo “Madrid a Natale con i bambini

  1. Che meraviglia questa panoramica su Madrid della mia bravissima amica Eleonora. Chi l’avrebbe mai detto.!!! L’ho conosciuta che era una ragazzina e l’ho ritrovata dopo molti anni donna, una donna meravigliosa capace di raccontare in poche righe l’essenza vera di un viaggio. Madrid merita grande considerazione.
    Un giorno ci andremo anche io e i miei bambini e terrò cara questa spiegazione così dettagliata….una piccola guida per una nuova e indimenticabile vacanza👏👏👏❤

    1. Grazie tantissimo per questo tuo pensiero! I viaggi sono sempre stati la mia passione e mi piace molto raccontare le mie esperienze, se poi questo può tornare utile a qualcuno ne sono ancora più felice.
      Sicuramente questi complimenti detti da una scrittrice nn possono che farmi piacere doppiamente! Grazie amica sono molto contenta di averti ritrovata!😘

Lascia un commento